I bambini e gli adolescenti

Classificazione ed evoluzione

I problemi della condotta, così come i comportamenti oppositivi, sono assai comuni in infanzia e adolescenza [Cohen, Kasen, Brook e Struening, 1991]. Rappresentano un complesso set di sintomi, aventi un range di effetti negativi in molte aree, inclusi lo sviluppo del bambino, il funzionamento familiare, le relazioni con i pari e l’apprendimento. Inoltre, hanno anche un costo materiale nella salute mentale e nel sistema di giustizia.

Quante volte da bambine guardandoci allo specchio ci siamo dette, indossando un abito colorato, carino, sentendoci per di più belle come principesse:Da grande voglio fare la modella.O sarà capitato a tutte che giocando con le Barbye si simulavano sfilate di moda sull’esempio di Beautiful, andando nei negozi di giocattoli alla ricerca degli abiti più sontuosi;ed ancora si giocava nell’atrio del palazzo usando le scale come fossero quelle di Piazza di Spagna,scambiandosi vestiti ,costumi, cappelli.Ma era un gioco, eppure per alcune è diventata realtà,con tutte le conseguenze connesse alla moda.

La tv influenza molto la modalità educativa e relazionale dei bambini.Spesso
i piccoli dedicano maggior tempo al televisore che allo studio.Il più delle
volte, nelle ore più calde della giornata, sono trasmessi in onda programmi
di cattiva qualità contenenti scene di violenza,di sessualità e tutto ciò
viene considerato dai bambini e dai ragazzi persuasivo e accattivante.

Ricercatori /redattori del rapporto : Una settimana di programmazione televisiva in fascia protetta redatto nel 2000 dal Comitato tv e minori,hanno riportato in un loro lavoro il giudizio espresso da bambine e bambini di nove/dieci anni in merito ai programmi televisivi.
Premetto che concordo con quanto essi pensano : Il punto di vista infantile rappresenta un importante oggetto di studio, significativo, considerando che i bambini sono i fruitori reali della tv e dei suoi programmi.

Oggi i mass media e le nuove tecnologie oltre a svolgere un ruolo fondamentale nell’ ambito educativo e dell’ informazione, rivestono un’ importante funzione di socializzazione.
E su questo sociologici, antropologi,psicologi,pedagogisti lavorano da anni, evidenziando peraltro gli aspetti quantitativi della fruizione e gli effetti che la loro irruzione produce nei soggetti adulti, nei giovani e nei bambini.

L’articolo tratta del rapporto complesso tra minori e televisione in un momento di trasformazione dell’etere. La tv da analogica diventa digitale. non ci sono limiti alla quantità di immagini e di informazioni che si possono reperire.
Evidenzia inoltre il ruolo del Codice di Autodisciplina e gli effettvi risultati che consente di raggiungere.