News dal mondo

E’ incredibile, ma accade, come delitti efferati, possano diventare argomenti di discussione di talk show, aumentando l’indice di ascolto; su ogni canale la notizia si fa scoop d’indagine, ed inviati speciali-cronisti si mescolano tra criminologi ed autorità competenti. Affannati, si cercano prove, da lontano si traccia il profile del presunto o dei presunti assassini, traendo conclusioni affrettate fondate spesso su congetture, ipotesi, impressioni, o l’opinione collettiva; conclusioni che mutano come colpi di scena.
Il delitto, quello vero, non fittizio da fiction, il reato non quello raccontato dai documentari, in studios che sembrano trasformarsi in aule da tribunale, stanze da interrogatori autoritari e diretti, ognuno con il proprio stile e dinamica comunicativa, dovrebbe essere oggetto ed argomento esclusivo della legge e delle scienze criminologiche; ed invece diventa pubblicità, perfino messaggio e movente stesso per farsi conoscere, per parlare davanti le telecamere, il delitto passa indirettamente e simbolicamente attraverso il reo che recita, interpreta una parte come se fosse un attore o una comparsa, fa discutere di se in prima pagina.

Le origini della festa dell’8 Marzo risalgono al lontano 1908, quando, pochi giorni prima di questa data, a New York, le operaie dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l’8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all’interno morirono arse dalle fiamme. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia.

da Italia donna

Al via Piu’ libri piu’ liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria giunta l’ottava edizione. Anche quest’anno e’ stato il Palazzo dei Congressi di Roma ad ospitare dal 5 all’8 dicembre 409 case editrici medio-piccole e un ricco programma di appuntamenti, anteprime, presentazioni, mostre, laboratori, incontri. Ad inaugurare l’edizione 2009 alle 12.30 attesi all’EUR .

E’ stato un anno ricco di stragi quello che stiamo per salutare, 12 mesi di eventi che hanno caratterizzato un 2009 da dimenticare, per molti da cancellare, per altri difficile farlo perché vivono la mancanza, la solitudine di persone che le stragi hanno portato via; perché sono ancora evidenti i segni di una situazione tragicamente precaria che continua a mettere gli cittadini dell’Italia in una condizione di crisi.

E’ così un altro grande della Tv è scomparso.
Stroncato da un infarto, all’età di 85 anni, muore, durante una breve vacanza a Montecarlo Mike Buongiorno, conduttore televisivo dalla capacità di costruire i suoi errori e le sue gaffe come lo ricorda -Maurizio Costanzo

E’ previsto per il 7 luglio 2009 la cerimonia funebre del celebre re del pop Michael Jackson.
Ovunque si annuncia che sarà un evento record in termini di partecipazione massmediale, moltissimi gli utenti che seguiranno i funerali on line;

Impacciato, sfortunato, l’antieroe per eccellenza, l’incarnazione dell’uomo medio moderno, con le sue frustrazioni, i suoi problemi e le sue nevrosi, il simpaticissimo personaggio di Walt Disney, Paperino, ovvero Donald Duck , il papero con becco e zampe arancioni, ha festeggiato lo scorso fine settimana i suoi 75 anni di età.

Iniziativa degli insegnanti di III fascia sprovvisti di abilitazione

Il M.I.D.A Movimento insegnanti da abilitare è un gruppo volontario di docenti ( si stimano circa 18.000 non abilitati in Italia ) che hanno in comune il fatto di essere privi di abilitazione per vari motivi,primo fra cui il cambiamento continuo di leggi in materia scolastica da parte dei vari governi .

E’ stata liberata il 15 maggio la giornalista irano-americana Roxana Saberi, dopo quattro mesi di prigionia trascorsi a Teheran