Un mercato di sera, un mercato in festa

Colle paesino medievale che vede tra la sua popolazione una notevole agglomerazione di stranieri, aperta all’accoglienza ed al pieno riconoscimento dell’interculturalità, per la serata organizzata dall’associazione LiberaCollArte, si è tinta di banchetti etnici: abiti, tradizioni, aromi e sapori hanno colorato i viali concomitanti alla piazza Arnolfo.
Ogni strada ha preso un nome, ogni strada ha avuto la sua parte, come protagonista di un film sotto le stelle, il viale dedicato alla cucina: cuscus, tarallucci, paella, kebab, cibi preparati al ritmo di musica accompagnata dall’Inmancabile sorriso di chi non ha niente nel paese di provenienza ma ha ciò che a noi manca: l’armonia interiore; la strada dedicata agli indumenti : veli, tuniche di seta sui banchetti degli indiani; sandali colorati ed intrecciati su quelle dei bulgari e romeni, camicie lunghe ed a fantasia sulle bancarelle degli africani.
La strada dedicata al volontariato: associazioni varie che hanno promosso le loro attività e reperito fondi umanitari, la strada dedicata alla cultura, alla pittura, la piazza principale centro dell’erudizione musicale.
Statuto band e l’inconfondibile voce di Nina Zilli, hanno trascinato i tantissimi partecipanti che con enfasi e profonda catarsi hanno danzato, cantato, rendendosi principali protagonisti di una collettiva partecipazione all’interno di un teatro che è diventato attivo e notevolmente espressivo: la partecipazione, la cultura della gente comune che si incontra in piazza in un momento di festa e di completa sinergia.

Emanuela Cimmino

Riferimenti: http://www.liberacollarte.it/chisiamo.htm
4 settembre 2010

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.