Una ragazza e la sua valigia

1.Ma Paola a che età ha iniziato a viaggiare?

Se escludiamo le gite scolastiche che sono state tante fin dalla terza elementare, direi a 21 anni!

2.Chi ti ha trasmesso la “ questa passione”?

Nessuno, mi è nata dopo l’esperienza dell’Erasmus che mi ha trasmesso la voglia di scoprire cose nuove, nuovi posti, nuove culture e modi di vivere

3.I tuoi primi viaggi, dove, con chi e di essi quali ricordi?

I primi, appunto, con la scuola in varie regioni di Italia e poi a Parigi, e un tour in Spagna grazie ad un concorso vinto con un tema sull’Italia nell’Unione Europea. Il primo più importante che ha fatto da apripista è stato a Bruxelles per l’avventura Erasmus con i miei compagni di Erasmus, che erano colleghi universitari.

4.New York, Egitto ,Giordania, Marocco, Turchia, Indonesia, Thailandia, Messico, Brasile, Russia, i viaggi più lunghi, i viaggioni come li definisci, raccontaci qualcosa, anzi tutto. Cosa porti in te di questi luoghi?

Il primo è stato il Brasile da li sono partiti i viaggioni! Con il fascino del volo intercontinentale, volo super lungo a volte anche estenuante che apre e chiude il viaggio e ne fa parte. E poi le cose belle sono l’attesa e la preparazione, prima, nonché la scoperta quando arrivi li e vedi con i tuoi occhi quello che prima hai visto e immaginato con gli occhi di chi ha già fatto quel viaggio o dalle notizie che acquisisci dalle guide e dai racconti. Di me porto tanta stanchezza iniziale e tanta voglia di ricaricarmi e di vedere e scoprire più che posso!!!!!!!!

5.In quale ritorneresti? Paola, ritorna due volte nello stesso luogo?

Nel caso del viaggione è difficile perché sono talmente troppi i posti nuovi che tornare in uno già anche sommariamente esplorato mi sembra uno spreco. Torno invece nei posti più vicini, per rivisitarli con una maturità e curiosità diversa e con una compagnia diversa e per vedere magari qualcosa che avevo perso la volta prima!

6.Amsterdam, Parigi, Barcellona, Londra, Budapest, Siviglia, Madrid, Santiago, Edimburgo, Oslo, Berlino, Stoccolma, Praga, le città europee viste in tre giorni, quali le differenze, le similitudini, le caratteristiche? In quali di queste capitali consiglieresti di andare? E di non andare?

L’elenco non è completo anzi…comunque alcune mete mi hanno delusa, altre affascinata a dismisura.Iil consiglio però è di vedere tutto quello che si può, poi uno valuta in base alle sue percezioni e gusti, non consiglierei di non andare in un posto specifico, se c’è da scegliere, posso suggerire uno piuttosto che un altro!

7.Hai mai avuto problemi, difficoltà, disagi nei tuoi viaggi?

Si è capitato l’anno scorso in Thai con i voli e in Indonesia per una sorta di minaccia da un esaltato, ma nel complesso è andato sempre tutto alla grande

8.Con quale mezzo preferisci viaggiare?………ma una crociera no?

L’aereo è senz’altro il più comodo. La crociera non saprei…devo camminare, stare sulla nave per troppo tempo potrebbe snervarmi, ma una minicrociera come nuova esperienza la farei!

9.Quali i viaggi di piacere e quali di lavoro? I viaggi da sola ed i viaggi con Avventure nel mondo, Zeppelin,Alpitur…

Tanti di lavoro in Austria, Francia, Egitto, Russia, molti di più di piacere sia autogestiti con compagnie fidate e selezionate, sia con avventure nel mondo e un paio comodi con l’agenzia viaggi…tutti bellissimi, in quelli fai da te ci metti tanto del tuo nel definire l’itinerario, le cose da fare e vedere lo senti tanto tuo; con avventure il punto di forza è la compagnia, c’è sempre gente simpatica e interessante, oltre che un viaggio è uno strumento sociologico; con l’agenzia ,beh non hai tante cose a cui pensare e ti godi la guida a tua completa disposizione che ti fa acculturare sul posto sul modo di vivere e soddisfa tutte le tue curiosità! Vivi di meno la preparazione vivi di più la cultura del posto!

10.Paola e la sua valigia, quanto viaggi all’anno?

Dipende di solito amo fare un viaggione e qualche viaggetto di contorno! Poi dipende dagli anni, dalla compagnia dalle disponibilità economiche e dal tempo!

11.L’ultima meta vista e quale la prossima da visitare?

L’ultima è stata Santiago de Compostela…bellissima, si respira un’aria di culto ed è una città piccolina, accogliente cosi amichevole che ho guardato una sola volta la cartina e mi ci sapevo già muovere serenamente! Prossimo mini viaggio sarà a Valencia…si la Spagna mi piace molto!

12.In valigia cosa non porteresti e di cosa non puoi farne a meno?

Dipende dal viaggio! Questa domanda mi ha messo in crisi perché in base alla meta e al tipo di viaggio si definisce una valigia ad oc! Di certo non posso fare a meno del mio bagnoschiuma…quello degli hotel non mi piace mai!!!!!!!!

13.Infine, ti reputi “una ragazza con la valigia”? ma qualche volta stai ferma?

Qualche volta!!!!!!!!!!Se non è la valigia è lo zaino! Anche a Milano sono sempre in movimento e non mi piace stare ferma!!!!!!!!!!!

Paola protagonista del mondo, tanto da raccontare attraverso le sue foto, le sue descrizioni, la musica ascoltata, i cibi assaporati, la gente conosciuta; la valigia, la sua compagna di sempre, spesso vuota, semivuota, ma che torna colma di ricordi, bellezze, di quelle bellezze da immortalare che ci fanno venire la voglia di partire sempre o quanto meno quando è possibile, di fare cultura camminando, viaggiando.

Ed allora, su, pronte per una nuova avventura?

Partiamo con Paola e la nostra di valigia.

Perché viaggiare è cultura, è il mezzo e lo strumento di educazione alternativo ed efficace per imparare ad amare, ad apprezzare, ad accettare, ad accogliere parte del mondo.

Emanuela Cimmino

www.eduprof.it

22 maggio 2013

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.