Eduprof: una passione innovativa

Era il luglio del 2003 quando dopo la discussione della tesi di laurea in Criminologia minorile, accendendo il pc, vidi sulla home page del portale pcmio.it  un messaggio di Benvenuto con gli auguri, un link, in alto a sinistra che puntava a  www.minorionline.net .

E’ così che nasce il portale che gestisco da oltre dodici anni, nasce come sito di consulenza educativa, un canale attraverso il quale fornire consigli a genitori, docenti, educatori; una libreria dalla quale attingere conoscenze e saperi pedagogici soffermando l’attenzione sul campo dell’infanzia e dell’adolescenza. Un portale che cresce grazie alla collaborazione di colleghi educatori professionali, maestre, operatori sociali, prima utenti e poi parte integrante dello Staff, ognuno con il proprio sapere, la propria professione, la propria specializzazione.

Con il tempo, si è fatta sempre più presente la necessità di discutere dell’educatore professionale/pedagogista, dei problemi che  da sempre il lavoro nel sociale  ne è stato caratterizzato, delle innumerevoli difficoltà ancora oggi persistenti e di tutti i campi di competenza, la scuola, il carcere, la disabilità, la cooperazione con i Servizi Sociali.  Minorionline diventa Eduprof.it

Il portale degli educatori professionali, al di là della vastissima gamma di articoli che sono stati scritti e pubblicati( oltre trecento), letti, consultati, presi come spunto per discussione di tesi, si è caratterizzato per il suo Forum, quale location virtuale dove discutere, confrontarsi su tematiche quale Il lavoro nel sociale, La famiglia ed i mutamenti sociali, La tossicodipendenza, L’immigrazione, La devianza, Divorzio e Separazione, Affidamento e Separazione, Educazione alla legalità, Spazio Adolescenti, Spazio Nonni, il Minore ed internet, Tecniche e strategie educative, Concorsi ed Offerte di lavoro. Categorie di argomenti suddivisi in sottocategorie, moderate da efficientissimi collaboratori che hanno contribuito nel proprio tempo libero a fare di Eduprof non solo un portale di visibilità, ma uno spazio di cultura sociale. Collaboratori dei quali non si conosce il volto, ma attraverso le parole scritte, i contributi editoriali, la conoscenza è diventata ricchezza, scoperta, crescita professionale. E’ con questi colleghi che sono state realizzate anche Chat quale uffici virtuali per incontrarci ed organizzare riunioni volte alla gestione del portale, a fare briefing su argomenti che di volta in volta venivano selezionati.

Con alcuni collaboratori, si è poi costituita un’associazione” Sociale in rete onlus” con annesso sito web socialeinrete.info, un’esperienza durata tre anni circa, poco più. Un’associazione tutta al femminile, composta da educatrici,  quattro maestre, due psicologhe, una sociologa, costituita sull’ottica della rete sociale con obiettivi progettuali da attuare e raggiungere in diversi ambiti. Un’esperienza che ha visto il realizzarsi di eventi, convegni, giornate di studio, con la cooperazione di associazioni territoriali e che poi si è conclusa per  sopraggiunti impegni personali di ciascuna socia.

Edurprof negli ultimi quattro anni ha visto curiosi che si sono semplicemente iscritti senza postare idee o suggerimenti; docenti, pedagogisti, genitori, perfino medici e Dirigenti di uffici dediti al Segretariato Sociale, responsabili di Cooperative e Centri Studio, soffermarsi sul Forum prevalentemente sulla categoria Il lavoro nel sociale e Concorsi nel sociale.

La libreria, invece, per la sua componente editoriale, si è arricchita più che altro di racconti esperienziali.

Gennaio 2015 Eduprof cambia volto e lo fa soprattutto per adeguarsi alla tecnologia del  momento e fornire nuovi servizi agli utenti. Un lavoro, di certo,  non facile per admin che da oltre dodici anni si occupa della codifica di Eduprof, della manutenzione sotto il profilo tecnico e per me che sono la passionata redattrice nel recuperare gli oltre trecento articoli e le oltre quaranta categorie di riferimento.

Nell’esportarli, sono state apportate delle piccole modifiche, alcuni articoli che prima erano rappresentati da categorie, ora, lo sono in altre, ad esempio gli articoli concernenti il laboratorio di Animazione culturale “Un caffè con l’autore” non sono più nella categoria Tecniche e strategie educative( ad oggi solo strategie educative) ma in Interviste/Recensioni .

Eduprof cambia volto, una passione che diventa innovazione, assume una nuova forma, indossa un nuovo abito, si tinge di   altri colori sebbene permane il celeste e  si estende   di altri spazi che saranno di volta in volta riempiti.

 

Emanuela Cimmino

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.
Stampa