esperienza di servizio civile in una casa famiglia per minori – Dott.ssa Carmen Matta

Non è facile entrare nei meccanismi di una casa famiglia, in quanto a viverci sono ragazzi che per motivi di disagio familiare, sociale o problemi comportamentali, etc sono stati inseriti in una nuova realtà, lontani da casa e dalle figure di riferimento,ma, che, in alcuni casi, possono anche vedere.
Gli “utenti” creano così, in tempi anche lunghi e attraversando numerose difficoltà, un nuovo legame con gli operatori della casa famiglia, che fungono da nuovi genitori e con i bambini già accolti nella casa.
Trovare un equilibrio è difficile!Immaginate di andar in vacanza ospiti di una famiglia e di dover accettare le regole preesistenti, la presenza di altri ragazzi, dopo aver già vissuto una situazione traumatica dovuta ad un allontanamento dal nucleo familiare!Beh, non è facile!
Tutto ciò l’ho potuto constare nella mia attività di servizio civile volontario in una casa famiglia stupenda qui a Salerno!
I ragazzi presenti erano già accolti da tempo!Mi son sentita come un’intrusa!Eh, si:in fondo son entrata “in casa loro”!
Ho deciso subito di mettermi in gioco!
Ho svolto tutte le mansioni necessarie per la conduzione della casa, ho fatto anche le pulizie!perchè??Naturalmente per dar l’insegnamento ai ragazzi, per cercar un punto di incontro:era un modo per far sentir la mia presenza!
Un momento per me bellissimo era il pranzo:era un momento di scambi emotivi, di divertimento!Era bello vedere tutti insieme a tavola e poi…lo studio!Si, aiutavo i ragazzi nei compiti, li accompagnavo in palestra a scuola!Mi hanno fatto sentire come una mamma!Ed è stato stupendo!
Tanti sono stati gli ostacoli, non lo nascondo, ma in qualunque lavoro ce ne sono…soprattutto per l’educatore, che ha dinnanzi a sè quotidianamente “capitale umano” da far crescere e con cui crescere!

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.