L’identità nel bambino – Dott.ssa Norma Audetto

Con il passare degli anni, il bambino comincia ad accrescere le sue capacità e facoltà.
Le diverse parti del corpo si sviluppano; il bambino incomincia a muoversi con maggiore sicurezza; nasce in lui il desiderio di esplorare attivamente l’ambiente che lo circonda. Questo rappresenta un momento di cruciale importanza per la sua crescita: la risposta che otterrà dai genitori posti di fronte ai suoi nuovi e più ampi interessi e facoltà potrà aiutarlo oppure ostacolarlo nella formazione della sua identità. I genitori dovranno indicare ai loro figli le linee lungo le quali muoversi, ma nello stesso tempo lasciare loro libertà di manovra all’interno di questi confini.
Lo sviluppo dell’identità del bambino è il risultato della interazione con l’ambiente.
E’ opportuno che i genitori e gli educatori affrontino con lui i problemi in modo positivo e non negativo, e che offrano il loro aiuto solo quando e se necessario.
L’aiuto più corretto consiste nello stimolare il bambino affinchè, in futuro, sia in grado di portare a termine da solo i propri compiti.
La lode sincera da parte dei soggetti educatori è, senza dubbio, uno dei principali fattori positivi di motivazione, poichè accresce nel fanciullo la fiducia in se stesso e nel prossimo.
In età prescolare, per il bambino sono estremamente importanti le esperienze sensoriali; deve poter esplorare il mondo che tanto lo interessa, deve poter sperimentare e fare esperienze. L’approvazione o la disapprovazione dei genitori per i suoi interessi avranno un grande peso sull’apprendimento e sulla formazione dell’identità.
Gli obiettivi sono importanti per lo sviluppo di una corretta e sana identità : ogni bambino deve sapere che può fare le cose alle quali è interessato, che “ne è in grado”.
Se i genitori sapranno seguire il loro bambino nello sviluppo di una sana identità, questi sarà felice e psicologicamente sano.

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.