Chi è l’Operatore Socio Sanitario? – Dott.ssa Valentina Busato

Gli ambiti in cui può operare sono: le residenze sanitarie per anziani, gli ospedali, le comunità terapeutiche, i CEOD, neo servizi domiciliari etc…

Le principali attività previste sono:

1) assistenza diretta ed aiuto domestico alberghiero (assiste la persona nelle attività quotidiane e di igiene personale, collabora ad attività per il mantenimento delle abilità psicofisiche residue ed alla rieducazione e recupero funzionale; effettua attività di animazione e socializzazione, cura la pulizia e l’igiene ambientale);

2) intervento igienico – sanitario e di carattere sociale (collabora all’attuazione degli interventi assistenziali e mette in atto relazioni di aiuto con l’utente e la famiglia per l’integrazione sociale);

3)supporto gestionale, formativo ed organizzativo (partecipa a corsi di).

L’Operatore Socio Sanitario, rientra nella categoria delle “professioni d’aiuto”. Il suo presupposto fondamentale è senza dubbio la capacità di relazione, di comunicazione ma, anche, di saper ascoltare chi ha di fronte riuscendo ad instaurare un rapporto “empatico” (immedesimarsi nell’altro).
Ricordiamo inoltre che, il lavoro dell’OSS è un agire di equipe dove, cioè, è fondamentale la collaborazione con altri professionisti.

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.