Uso e abuso della sala video nelle scuole medie

Vorrei richiamare l’attenzione sui possibili eccessi nelle scuole medie dell’uso della Tv con video e film in dvd come rimedio alle assenze degli insegnanti. Purtroppo, dai racconti dei ragazzi, non è raro che in una giornata di scuola, a causa di assenze plurime degli insegnanti, si possa passare metà dell’intera giornata di lezioni in sala video. Non avverrà ovunque, ma comunque avviene e ritengo sia abbastanza grave. Allora vorrei lanciare una proposta da inserire nei piani di offerta formativa perché le scuole ci possano riflettere e le amministrazioni comunali e provinciali possano incentivarne la progettazione.Introdurre un meccanismo di convenzione a chiamata, con enti no profit, con associazioni sportive, con educatori e pedagogisti, con i settori formativi della pubblica amministrazione, perché nelle estemporanee ore di assenza e di "buco" giornaliere, al posto dell’esclusiva attività immobilizzante e passiva della sala video, si metta a disposizione degli alunni un vasto panorama di discipline alternative, capaci di potenziare la funzione sociale ed educativa della scuola in un società sempre più disgregata e disgregante.

 

Pubblicato su Il corriere della sera del 1 febbraio 2008  su osservatoriosullalegalita.org   su  liberazione

Corriere della sera cronaca di Roma del 22 febbraio

 

http://www.ciardullidomenico.it/ARTICOLI/uso_abuso_tv_scuole.htm

Articoli inviato alla redazione via email dal Dott.Domenico Ciardullli

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.