Cremona,baby-gang aggredisce 11enne

Il piccolo, immobilizzato contro un albero con il nastro adesivo, avrebbe subito umiliazioni e violenze.
I contorni della vicenda restano ancora misteriosi e gli investigatori non ne parlano, perché la denuncia è avvenuta attraverso una donna che abita nella zona del parco di Spino d’Adda, che ha visto quanto stava accadendo e ha avvertito sia i carabinieri, sia il parroco.

Una volta entrato nel parco, per il bambino di 11 anni non c’è più stato scampo: il branco, che avrebbe già agito altre volte, lo stava aspettando. Secondo quanto riferito, il piccolo è stato circondato e immobilizzato contro un albero con il nastro adesivo. Brandendo i coltellini e una bottiglietta, la baby-gang avrebbe infierito sul bambino, al quale sarebbero stati anche calati i pantaloni. Non paghi, l’umiliazione finale: il branco avrebbe anche urinato su di lui.

Fonte: http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo427692.shtml

Articolo segnalato ed inviato alla redazione dalla Dott.ssa Carmen Melfi

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.