Il 26 settembre scorso “Fioccolata” contro riforma Gelmini

Dopo gli anni dei tagli Prodiani,il governo Berlusconi,dal momento in cui è entrato in carica,ha continuato ad aggredire la Scuola pubblica.

Il decreto 137 del 1 settembre ne è l’esempio. Il ritorno al maestro unico previsto dal prossimo anno scolastico, comporterà la scomparsa dei moduli e del tempo pieno (che sarà probabilmente soppiantato da un doposcuola),e la riduzione dell’orario settimanale a 24 ore dalle attuali 30 (dei moduli) e 40 (del tempo pieno).

Si otterrà così un risparmio di 87.000 docenti.

Con questi provvedimenti si andrà verso la definitiva espulsione di tutti i precari e il” riciclaggio”,la flessibilità del personale stabile,nonché una dequalificazione della scuola pubblica.

Tutto ciò in nome del contenimento della spesa per il pubblico impiego e di un palese piano del Governo finalizzato a smantellare la scuola pubblica a vantaggio di quella privata (ddl Aprea sulla chiamata diretta dei docenti da parte dei presidi,con conseguente nepotismo).

Dalle stime degli organizzatori della manifestazione erano circa 2 mila persone tra insegnanti,genitori,bambini a sfilare tra VI e VII municipio muniti di fiocco alla collo contro la riforma Gelmini.

Il corteo è partito dalla scuola elementare” IQBAL MASIH” in zona Villa De Santis attraversando viale della Primavera ,terminando intorno alle 19.30 in Largo Agosta.

Fra gli slogan di protesta:”Il futuro dei bambini non fa rima con Gelmini”stampato sulle magliette di molti manifestanti.

Ma anche:”Tremonti hai fatto male i conti ,la scuola lotta su tutti i fronti”.

Ed ancora:”Siamo già Maestri unici”.

Sono molte le scuole che hanno partecipato alla “fioccolata”. Non solo i circa 38 istituti comprensivi e circoli didattici del VI e VII Municipio,tra cui Marco Polo, Guglielmo Marconi e la media San Benedetto dell’82°, la Corrado Corradi dell’89° ed istituti di Fiumicino e Ostia . Dal comitato organizzatore dell’evento sono partite altre iniziative per ottobre tra cui il “No Gelmini day”una giornata con assemblee ,presidi all’insegna dello slogan “La mia scuola dice no”. e la prima delle Notti bianche della scuola con intrattenimento e dibattito in una delle scuole elementari della capitale.

Blog aggiornati con calendario manifestazioni,cortei,sit-in assemblee :

http://retedocentiprecari.blogspot.com/

http://precarinonabilitati.spaces.live.com/

http://scuolaschool.spaces.live.com/

http://www.abitarearoma.net/index.php?doc=articolo&id_articolo=9548

Articolo scritto dalla Dott.ssa Daniela Campoli

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.