La fabbrica dei sogni.

Talmente tanto che, per poterlo ricevere, ha scritto una letterina a “Missione Sogni”, l’associazione ONLUS che è impegnata a realizzare i desideri dei bambini colpiti da gravi malattie o con disabilità, e che collabora con ABIO NAPOLI mediante il progetto “La posta dei desideri”.

Con “La posta dei desideri”, i volontari di ABIO NAPOLI si trasformano in postini, e raccolgono i sogni dei piccoli ricoverati negli ospedali e reparti pediatrici in cui sono presenti: carta, penna ed un francobollo per la destinazione speranza.

Cosa è in grado di accendere il sorriso dei bambini, se non la speranza che si avveri tutto ciò che desiderano? ABIO NAPOLI, affamata di sguardi ridenti, senza illudere i piccoli (perché non sempre ciò che chiedono è realizzabile) li conduce a far volare il cuore, anche se il loro corpicino è costretto a letto: la sola fantasia, la sola attesa, la sola speranza che il loro desiderio venga esaudito, li solleva dalla situazione drammatica che vivono – l’ospedale diventa una fabbrica di sogni.

Poi, letterine alla mano, ABIO NAPOLI si attiva per dare seguito alle loro richieste, coinvolgendo tutte le risorse umane di cui dispone, e coordinandosi con “Missione sogni”: si mette alla ricerca di personaggi famosi, si industria per concedere l’emozione di un incontro, di un viaggio … di un sorriso.

Così, martedì 31 marzo, accompagnato dai volontari dell’ABIO, Alessandro ha incontrato i giocatori della sua squadra del cuore, il Napoli, presso il campo sportivo dove abitualmente si allenano, a Castelvolturno (CE): ha stretto mani, ha fatto incetta di foto, autografi e ricordini, e neppure l’assenza del suo campione preferito, il Pocho Lavezzi (impegnato in Argentina) è riuscita a turbarlo: Alessandro ha infatti stretto una “amicizia importante” – come l’ha definita! – con Edoardo De Laurentis, figlio di De Laurentis Senior, che si è dimostrato molto disponibile nei confronti suoi e nostri. Di famiglia modesta, ci ha rivelato un altro sogno nel cassetto, o meglio nel salvadanaio, che sta riempiendo poco a poco per andare ad Eurodiney: e chissà che ABIO non possa aiutarlo a fare le valigie prima del previsto.

La sua esperienza è stata talmente entusiasmante che Alessandro la racconterà a tutti i bambini che hanno vissuto l’ospedalizzazione, e che parteciperanno all’iniziativa che ABIO NAPOLI ha pensato per loro – il IX Premio ABIO, il 23 maggio prossimo al Teatro “Le nuvole” presso il parco divertimenti Edenlandia.

Perché i sogni son desideri. E i desideri, a volte, si avverano.

Articolo scritto ed inviato alla redazione dalla Dott.ssa Viviana Vitale

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.