Avanti tutti ….. in itinere

“Avanti tutti” sta proseguendo con esorbitante soddisfazione, c’è riscontro positivo in termini di partecipazione e di interesse da parte dei corsisti, che hanno non solo acquisito nuove competenze ed abilità, ma hanno scoperto nella scuola, un contesto dove è possibile imparare stando insieme, divertendosi, comunicando attraverso diversi canali e creare un dialogo con gli adulti- genitori-docenti”-dichiara la Prof.ssa Antonietta Maisto -Dirigente della “G. Falcone”

Avanti tutti al canestro ed Avanti si crea- sono state occasioni di incontro e di corrispondente fiducia, fiducia ed autostima che i corsisti hanno potenziato attraverso il rispetto delle regole sportive, dei propri spazi e tempi, del proprio turno di attacco e di difesa, contesti di libera espressività e di acquisizione di tecniche di negoziazione attraverso l’arte, la decorazione, l’elaborazione di prodotti che saranno mostrati a fine anno scolastico nella giornata dedicata alla conclusione di tutti i laboratori di scuole aperte.

Prodotti che saranno anche venduti, il cui ricavato sarà devoluto a sostegno delle famiglie bisognose a carico della stessa scuola.

Ed è dal 1 marzo che ha inizio la seconda fase, con il laboratorio di musica, percorso che offre -al dire dell’esperto

A.Senà(mediatore culturale) la possibilità di imparare ad interagire usando veicoli comunicativi diversi quali la musica, la recitazione ed il movimento corporeo, ad acquisire strategie di comportamenti adeguati verso l’altro, creando in armonia una rete di Amicizia.

Il progetto Avanti si suona rivolto agli alunni verrà realizzato di giovedì dalla 14:15 alle 17:15, tre ore di completa ricerca della propria autenticità, di soggettività comune e di sincera amicizia, poiché continua l’esperto, è di questo che la scuola G.Falcone tende a contraddistinguersi, una scuola capace di creare una rete, cosa non facile, specie laddove il territorio non consente né la sinergia né l’apertura verso la stessa territorialità.

Mentre il progetto Avanti si balla che ha inizio il 15 marzo è strutturato in attività rivolte ai bambini che mostrano disagi sociali, difficoltà nella socializzazione e nella comunicazione, altresì a coloro che presentano problematiche inerenti la struttura psico-fisica, al fine di potenziare l’interazione e di facilitare l’espressività emozionale attraverso il non verbale.

Ed è anche per la Dott.ssa Andreina Maisto – responsabile dell’Associazione Le Api, la sinergia con la territorialità, ad essere punto focale per la buona riuscita dei progetti nell’ ambito di Scuole Aperte, poiché in una realtà disagiata come quella melitese, è necessario se non pedagogicamente costruttivo creare contesti di svago e di socializzazione, e laddove il territorio non offra particolari spazi, la scuola deve farsi carico, in quanto agenzia educativa e di animazione interattiva se non formativa attraverso anche il non didattico.

Il laboratorio Avanti si balla viene realizzato di Lunedì dalle 14:30 alla 17:30

Valore aggiunto di quest’anno per i referenti regionali di scuole aperte, chiamati a fare analisi e valutare i progetti attuati è l’aspetto del monitoraggio; a tal proposito S.Trimarichi, assegnato alle scuole melitesi, sostiene che la “G.Falcone” si è distinta particolarmente per la partecipazione anche degli adulti.

Non a caso scopo predominante di Scuole Aperte è offrire spazi che siano per l ‘appunto aperti a tutti, a tutte l’età, contesto di incontro, di costruzione e di crescita in itinere.

Sullo stesso modello di scuola, è d’accordo anche il prof. Romeo, Coordinatore del mega progetto “Avanti tutti”, il quale sostiene come lo stesso nasce da un’autentica sinergia se non accordo di patto con diverse associazioni del territorio melitese e di S.Antimo, percorso elaborato e pianificato nel Luglio scorso, partendo e tenendo conto della presenza di target, bisogni ed interessi territoriali, perché Scuole Aperte possano essere occasioni per occuparsi dei cittadini piccoli e grandi in termini di “menagè educativi” e di sostegno morale.

Avanti tutti avrà conclusione l’11 giugno; nell’occasione saranno presentati alla “comunità esterna” i lavori finali; intanto musica e danza vanno avanti con credibilità e pro positività.

Emanuela Cimmino

Stampa

Educatrice Professionale e Criminologa.
Lavora per il Ministero Della Giustizia come Funzionario giuridico pedagogico. Redattrice del portale Eduprof.it dal 2003 ad oggi ed autrice di numerosi articoli sul tema pedagogico/criminologico.