Strategie educative

Gasatissima, semplice, elegante la conduzione dinamica di Emy della trasmissione del 18 febbraio, al quinto compleanno di Melitonline nei panni della Regia per la seconda volta; interattivo,diretto il direttore artistico Filippo Di Nardo nel coordinare il questione time su emozioni, sensazioni, considerazione sulla 60° Edizione di Sanremo.

E’ un salotto in festa-quello di Emy dell’11 febbraio, tra colori, palloncini, chiacchiere e sanguinaccio, immancabile anche la maschera, quella rappresentante l’espressività silente, il mimo, l’affettività che passa attraverso lo sguardo degli occhi e la fisionomia del volto, una Charlie Chaplin in veste moderna fuoriuscita da un film antichizzato per catapultarsi in un’epoca mass mediale ed informatica e fare tappa a Radio Attiva.

Comunicazione consapevole e pedagogia familiare sono state le argomentazione affrontate nella prima parte della trasmissione, con delicatezza, professionalità e spirito di ascolto nei confronti dei partecipanti attivi che via chat hanno posto ad Emy domande e chiarimenti sul ruolo genitoriale, soprattutto come migliorarsi e come comportarsi con i propri figli.

Un salotto effervescente, originale, improntato sulla spontaneità e l’improvvisazione, quello di Emy, a Radio Attiva.

Una trasmissione quella del 4 febbraio all’insegna del tutto fare -attiva in attività-.
Emy alla regia coadiuvata da Mimmo Di Renzo- Presidente dell’Ass. Senza Barriere impegnato a gestire la conversazione in chat.

14.01.10 Il salotto di Emy arriva al suo quinto incontro e come una festa di compleanno segnante il passaggio dall’infanzia alla fanciullezza, cresce precipitosamente di contenuti e di risorse umane.

Il salotto si rimoderna, cambia stile e look, si colma di ospiti che lasciano sempre una traccia indimenticabile per la loro personalità e soprattutto per ciò che testimoniano, pronti a parlare del proprio punto di vista esperienziale rispetto la tematica affrontata; la chat è sempre più attiva e partecipativa.

Il quinto incontro è stata interessante occasione di relazione con la diversità – diversabilità, un iter storico-pedagogico nel tempo in termini epistemologici, il passaggio dalla definizione handicap a diversamente abile; in termini di predisposizione ed atteggiamento rispetto la disabilità da parte delle famiglie, istituzioni, strutture pubbliche e private.

E’ stata una trasmissione ricca di sorprese quella del ritorno del Salotto di Emy, piombata all’improvviso nei panni di una mini befana a galoppa di una scopa a dir poco vecchia, passata di moda, dato che ora anche la vecchietta porta regali si è munita di mezzi super moderni: scope elettriche, motorini e perfino macchine sportive come la Ferrari.

Un’apparizione improvvisa per la regia musicale Enzo Aurino, il moderatore radiofonico, ed il Presidente di Melitonline Antonio Caiazza presente in quel momento, stupido per la tanta creatività e voglia di sorridere.

Per il terzo incontro di Radio Attiva, il salotto di Emy si è trasformato in un contesto di sogni e di favole, ospite Maria Rosaria Longobardi scrittrice di diversi libri inerenti la narrativa infantile, il giocare con le parole divertendosi con enigmistica, rebus, anagrammi e naturalmente di favole.

Ed è stata fantasiosa interlocutrice con i radio ascoltatori proprio con le sue Favole in fiore, fior di favole, argomento La favola, la creatività, che ha destato particolare curiosità e coinvolgimento non solo per l’originalità con la quale la scrittrice mette su carta le sue storie fantastiche, i messaggi morali che in esse vi trascendono, quanto più sulla valenza didattica, terapeutica e pedagogica della favola in se per se.

La formazione e l’informazione psico – socio-pedagogica passa attraverso il canale della radio, giungendo ai tanti ascoltatori in rete in maniera diretta, professionale, originale, finalizzata; lo fa Radio Attiva, il giovedì, con il “Salotto di Emy”.

Il giorno 10 dicembre come la “sua prima” è stata occasione per fare comunicazione costruttiva e conoscenza di tematiche sociali tanto emergenti ma fin troppo spesso dimenticate, perché fin troppo spesso si ha paura di affrontare argomentazioni che destano riflessioni critiche, cruenti, realistiche, o perché semplicemente non si possiedono le capacità/competenze d’impostazione circa quel sapere che è oltretutto fatto sociale, realtà.

Gratificante, formativo, coinvolgente il pomeriggio del 3 dicembre 2009, amici ed utenti sincronizzati sulla web radio della testata giornalistica Melitonline, Radio Attiva – spettatori interattivi in ascolto-, sono stati ospiti del Salotto di Emy.

Direttore artistico Filippo Di Nardo con la sua capacità di organizzare e dirigere il palinsesto, di moderare con professionalità e competenza tecnica , regia musicale Enzo Aurino capace di scegliere e mandare “in onda” musiche adeguatamente corrispondenti all’argomentazione trattata, sono maestri, co-conduttori di un contesto virtuale che diventa salotto di formazione, di conoscenza, di incontro, di conversazione satirica, amichevole, intellettuale, critica, di comunicazione libera dettata dalla spontaneità e dalla passione per l’informazione sociale che caratterizza i soci di Melitonline e che ha colorato il primo pomeriggio del salotto di Emy.

Cronaca sportiva

E’ sulla impronta dell’anno scorso che alla Scuola media statale “Basile” di Giugliano(Na) torna il laboratorio di giornalismo, questa volta la sede non sarà una scuola primaria, ma la stessa promotrice del progetto.
Toccherà il” campo sportivo”, un laboratorio di giornalismo sportivo per la precisione.

Nascono nel novembre del 2006 “I bidonvillarik “ dai Marenia, quando l’Assessorato all’Ambiente per promuovere la cultura della “raccolta differenziata di materiale ingombrante” chiede all’Associazione culturale musicale Illimitarte con sede a Villaricca di farsi promotori di un’idea che potesse essere oltre che particolare-originale.